PORTE e FINESTRE

PORTE E FINESTRE in alluminio,
in pvc o in legno-alluminio e portoncini blindati

Ci sono diverse soluzioni per gli infissi con diversi materiali fra cui scegliere.

ALLUMINIO

L’alluminio è un materiale che non si altera, ciò vuol dire che ha bisogno di scarsissima manutenzione. È molto leggero e di facile lavorazione. Il suo prezzo è più competitivo rispetto ai serramenti in legno pregiato. L’estrusione dei profilati già sagomati garantisce alta precisione dimensionale e di assemblaggio. La resistenza meccanica viene aumentata in fase di estrusione con le apposite nervature previste per i profilati, mentre i telai vengono composti meccanicamente con squadrette o cianfrinatura. Quando pensiamo ai serramenti in alluminio dobbiamo scordarci le verande tinta argento degli anni ’80, che non avevano un buon isolamento termico né avevano una buona resa estetica. Si trattava del profilo freddo, superato dai serramenti in alluminio a taglio termico attuali. Nel taglio termico un profilo di poliammide separa l’esterno dall’interno. Questo garantisce isolamento e diminuisce la condensa sulla superficie interna del serramento. C’è poi la verniciatura a polvere, con tutta la gamma RAL e non solo, oltre alle tinte legno. Le opzioni sono anche combinabili con il bicolore, per cui si possono avere finestre tinta noce fuori e bianche dentro, magari per rispettare i vincoli condominiali o paesaggistici.

LEGNO-ALLUMINIO

Quella del legno-alluminio è la soluzione più pregiata e con miglior resa nel tempo. Il profilo di partenza è fatto in due materiali: il lato interno in legno, quello esterno in alluminio. Ciò vuol dire che non bisognerà occuparsi della manutenzione della finestra per diversi decenni, pur potendo sentire il calore del legno quando la si tocca. L’infisso in legno-alluminio coniuga bellezza, funzionalità e limitata manutenzione. Le finiture dei serramenti per la parte in legno sono in legno di frassino, carpino con le tinteggiature proprie del legno; mentre per la parte in alluminio sono le stesse finiture che caratterizzano il profilo in alluminio. La differenza fondamentale tra il frassino e il carpino è la presenza delle venature: nei modelli frassino le venature sono molto più marcate ed evidenti sia alla vista che al tatto; mentre i modelli carpino hanno meno venature e si presentano più lisci.

PVC

Il PVC è una plastica resistente e altamente isolante. Utilizzato nella produzione di serramenti, è impermeabile, garantisce un naturale isolamento sia termico che acustico e non crea condensa. Questi sono i pro. Per contro, se viene esposto a sbalzi di temperatura, intemperie e irradiazione solare continua, rischi più facilmente il deterioramento degli altri materiali, poiché tende a “seccarsi” perdendo robustezza. Il pvc è il materiale meno ecosostenibile nella produzione di serramenti, perché difficilmente riciclabile. Dà anche grossi problemi per lo smaltimento, perché contiene molto cloro che è altamente inquinante. Il colore naturale del pvc è il bianco, i vari colori RAL si ottengono mescolando nell’impasto dei pigmenti che danno origine a variegate colorazioni. Le tinte legno invece si ottengono con la sublimatura, ovvero incollando una pellicola stampata al profilo bianco in PVC. La sua diffusione nel primo decennio del 2000 è giustificata perlopiù dal prezzo: tra tutti i materiali utilizzati nella produzione di infissi, è quello che permette il miglior margine di guadagno.

PORTONCINI DI SICUREZZA, FINESTRATI O BLINDATI

Ditta Brunatti produce portoncini con vetri di sicurezza antisfondamento e pannelli coibentati, sono fatti a misura e su disegno specifico e possono essere finestrati per far entrare la luce dall’esterno. I portoncini blindati hanno invece un’anima in acciaio e le finiture in diversi materiali, che permettono sia di variare la resa estetica per colori e forme, sia di dare prestazioni diverse a seconda di dove si trova il portoncino. Questo può infatti essere esposto agli agenti atmosferici se si affaccia sull’esterno o al coperto se si affaccia su un vano scale. Sono prettamente ciechi, ma eventualmente si possono prevedere dei latoluce, dei sopraluce e addirittura delle finestrature sull’anta primaria. C’è poi il fattore sicurezza: quali serrature, spioncino o meno, quali blocchi di sicurezza, etc... vadano scelti è a discrezione del cliente, ma possono essere utili i consigli di chi, come noi, li installa da decenni.