AGEVOLAZIONI

AGEVOLAZIONI

COS’È IL SUPERBONUS 110%

Il Superbonus 110% è un'agevolazione prevista dal Decreto Rilancio (DL 34/2020 convertito in Legge 77/2020) che consente la detrazione fiscale al 110% per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 per specifici interventi diefficientamento energetico e di misure antisismiche, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

LE NOVITÀ

Rispetto alle disposizioni già attive per interventi di riqualificazione energetica degli edifici, questa nuova normativa prevede tre importanti novità.

SCONTO IN FATTURA

Il cliente (privato, condominio o azienda) può cedere il proprio credito d’imposta all’impresa che effettua i lavori a fronte di uno sconto in fattura, fino al totale della spesa sostenuta. In concreto, il cliente riceverà dall’artigiano una fattura recante il costo del bene/servizio meno la percentuale dell’importo lordo detraibile. Un esempio per il Bonus Casa al 50%: sostituzione di serramenti 10.000 € lordi sconto in fattura 50% -5.000 € lordi totale da pagare 5.000 €

CESSIONE DEL CREDITO

Il cliente (privato, condominio o azienda) piuttosto che la stessa azienda artigiana esecutrice dei lavori può cedere il proprio credito d’imposta a soggetti terzi quali istituti di credito o assicurativi, ottenendo in cambio la liquidità in un’unica soluzione.

5 ANNI ANZICHÉ 10

La detrazione fiscale per il superbonus avviene in cinque anni successivi al sostenimento delle spese e vale il totale dell’importo lordo sostenuto per le spese più il 10% aggiuntivo, il tutto distribuito in cinque quote equivalenti.

PARAMETRI DA SEGUIRE

Per ottenere il superbonus è necessario riqualificare l’immobile con l’innalzamento di almeno due classi energetiche e operare almeno uno dei tre cosiddetti interventi trainati. Le misure antisismiche, l’isolamento termico, la sostituzione impianti di climatizzazione invernali. Inoltre, il credito concesso dallo Stato ha dei limiti. Sono previsti infatti dei massimali di spesa per ogni categoria di intervento, sia trainante che trainato, elencati diffusamente nell’area dedicata dell’agenzia delle entrate. Analogamente, ogni tipologia di intervento risponde alle tabelle di riferimento, per cui ogni finestra sostituita fa ottenere un credito di tot euro al metro quadro dal prezziario regionale. Si possono scegliere serramenti più costosi, ma l’eccedenza resta esclusa dal superbonus.

NON SOLO 110%
SCONTO IN FATTURA PER ECOBONUS AL 50%

Chi non potesse o non volesse usufruire del 110%, tipicamente perché intenzionato a operare una ristrutturazione sul proprio immobile che non comporta l’innalzamento di due classi energetiche o la realizzazione di uno degli interventi trainanti, può comunque usufruire delle altre agevolazioni previste dalla normativa. Queste misure si affiancano infatti alle altre detrazioni inferiori al 110% e recuperabili in 10 anni, previste per gli altri bonus edilizi, come l’Ecobonus per la riqualificazione energetica e il Bonus casa per la ristrutturazione edilizia e la manutenzione straordinaria. Queste misure sono già attive e fra gli interventi ammissibili troviamo:
- La sostituzione di porte e finestre
- Le tende da sole e le schermature solari
- Le persiane
- Le tapparelle
- Le verande in sostituzione
- I portoni sezionali
- I balconi e le ringhiere in sostituzione

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Per maggiori informazioni, puoi consultare l'art. 119 del Decreto Rilancio (D.L. 34/2020) e visitare l'area tematica dedicata sul sito dell'Agenzia delle Entrate in cui è possibile anche scaricare la guida e altri documenti d'interesse.

Oppure contattaci per un preventivo